Chi sono?

Sono un ragazzo con la passione per l'informatica e per la politica, praticante di sport, e proprio nello sport spero di poter lavorare dopo i miei studi.

lunedì 25 maggio 2015

Lavorare nelle multinazionali in Italia (McDonal 2)

Bene proseguo un attimo il mio articolo sul lavoro nelle multinazionali(nello specifico McDonald) in Italia con una testimonianza che ho trovato su un forum dove vi lascio il link sotto così da poter costatare voi stessi la cosa.

Riassumendo nell'articolo precedente ho fatto notare che forse McDonald in Italia non fosse proprio priva di raccomandazioni, e il fatto che di vedere sempre gente nuova o quasi SOLO ragazze mi fa pensare.. ora forse ne ho avuto la conferma.

Ma andiamo con calma, mi sono voluto documentare per vedere se ciò che pensavo fosse realtà o solo io sono così sfortunato da non riuscire ad entrare in un posto dove friggere patatine..
(s)fortunatamente non sono il solo.. girando su internet ho trovato un forum dove un utente dopo aver fatto 3 colloqui in questa catena non riceva ancora una chiamata da parte di questa multinazionale, ricevendo a mio avviso una risposta che non lascia più dubbi alle mie perplessità (purtroppo) vi cito il testo e vi allego lo screen del forum sempre per dimostrarvi che è tutta realtà..

 "domani t rispondo. ora sono dal cell e mi viene male
edit: posso raccontarti la mia esperienza con mcdonald's. sarà un po lunga ma spero di farti fare un'idea anche se parziale e rimane sempre e cmq la mia. non fa testo e non è da considerarsi standard.
circa 6-7 anni fa inserii il c.v. on line per la posizione di trainee manager.mi chiamarono ed andai a catania a fare le selezioni. prima prova con test figurativi e colloquio di gruppo ok. ci propinarono il problema dell'isola e io onestamente non feci fatica a far avallare anche dagli altri la mia soluzione, sotto lo sguardo dei valutatori. penso ok, infatti mi kiamano per il secondo colloquio. altro posto altri valutatori. ne becco due che per tutto il colloquio, alle mie risposte sembravano soddisfatti e quando mi fecero quella fatidica domanda su come avrei gestito un cuoco che non voleva pulire una griglia... io risposi a modo mio, loro si guardarono e con cenno di compiacimento mi chiesero se fossi stato disponibile ad un periodo di training in lombardia. io dissi ok. fan dissi, li fotto, il posto è mio. era il "progetto cento". 100 nuovi trainee manager in tutta italia. mi chiamano per un tirocinio completamente spesato da loro presso il mcdrive di acireale. mi danno tutto l'occorrente e mi do da fare come un pazzo per due giorni: cucina, cella, spina, pulizie, discussioni di spogliatoio, comprimere la spazzatura, caricare le makkine, tagliare i pomodori e quant'altro (moltissimo altro). la sera in hotel io e i miei compagni di avventura eravamo stanki morti (si lavora parekkio) ma soddisfatti. alla fine i manager ci fecero riempire i questionari finali dove poi loro avrebbero inserito anke la loro valutazione. la manager che ebbe l'ultimo dialogo con me mi disse francamente che per lei non c'era alcun problema e che il suo giudizio sarebbe stato oltremodo positivo perchè avevo dimostrato molto in quel weekend (non retribuito ma spesato). pensai: minkia ma allora li fotto davvero! nel senso... finalmente riesco ad avere un posto di lavoro in questo mondo dove per fare tutto ci vuole una gran botta di o una raccomandazione. minkia stanno apprezzando le mie capacità. da premettere che mi sarei dovuto trasferire al nord per circa un anno e mezzo, la durata del contratto era quella inizialmente per poi diventare effettivamente manager ed essere sballottato di qua e di la, ma a me non interessava.non si fece più sentire nessuno. con gli altri ragazzi per un po rimanemmo in contatto per parekki mesi, ma nessuno aveva novità. rintracciai il numero telefonico di mcdonald's risorse umane ma non sapevano mai cosa rispondermi. decisi di aspettare.dirti che sto ancora aspettando può servire?
p.s: molti mcdonald's sono in franchising e decidono loro chi prendere."

Ed eccovi lo screen..


Bhè che dire... quello che speravo fossero solo mere presupposizione sembra rivelarsi una triste realtà? Il problema però c'è da dire che non è colpa di McDonald in sè ma dei singoli ristoranti che sono gestiti da direttori, che a quanto pare per la selezione del personale fanno caso più a persone con dietro qualcuno..

E qui mi sorge da spunto una domanda magari per un prossimo articolo.. finirà mai questa storia delle raccomandazioni in Italia?

Fonte: http://forum.jobcrawler.it/jcforum/posts/list/8744.page

Come sempre fatemi sapere cosa ne pensate se vi è piaciuto il post condividete :).